[Filippo Tommaso Marinetti]. “Una parte dei proventi della letteratura di pubblico dominio alla cassa di assistenza e previdenza autori e scrittori.” [1936]. [8124-2]