Leo B. d’Auro. “La città futurista patavina è da noverarsi tra le grandi realizzazioni del genio Santeliano.” La Voce di Bergamo, 6 giu 1934. [9103-1]